Come disinfettare correttamente le carte di credito

Le carte di credito sono probabilmente sede di una serie di microbi cattivi but ma si può combattere.

Nei primi giorni della pandemia di COVID-19, prima che sapessimo molto su come si diffondeva, i consumatori prudenti stavano disinfettando tutto ciò che entrava nelle loro case, dalle scatole di Amazon alle lattine di verdure. Mentre da allora abbiamo imparato che la probabilità di catturare COVID-19 dalla tua spesa è bassa, alcuni oggetti di uso quotidiano potrebbero ancora valere la pena di un wipe-down-comprese le tue carte di credito.

Considera questo scenario quotidiano: Consegni la tua carta a un cameriere per pagare il tuo pasto, loro la restituiscono e fai scorrere la carta nel tuo portafoglio. Un minuto dopo, si strofina una palpebra prurito e benvenuto a bordo di ogni piccolo microbo brutto che stava usando la carta di credito come una scialuppa di salvataggio.

Virus e batteri possono vivere sulle tue carte per giorni

Anche prima che la pandemia colpisse, gli studi hanno scoperto che contanti e carte di credito erano maturi con i germi, e gli esperti hanno raccomandato per anni che tutti noi prendiamo il tempo per pulire le nostre carte di credito e di debito. In tempi di pandemia, è più importante che mai assicurarsi che le tue carte non siano pericolose per la salute (o della tua famiglia).

Secondo Harvard Health, il coronavirus può vivere su plastica e acciaio inossidabile per un massimo di tre giorni, e il CDC consiglia che oggetti e superfici toccati frequentemente devono essere puliti e disinfettati almeno una volta al giorno. Oltre al lavaggio delle mani abbondante, pulire i vostri oggetti di uso frequente può aiutare a mantenere la vostra casa senza germi.

Utilizzare detergenti e disinfettanti non corrosivi

Mentre la maggior parte delle carte di credito sono ancora in plastica, molte carte sono ora rivestite anche in leghe metalliche. Tutti questi materiali possono essere sensibili ai detergenti corrosivi, quindi è una buona idea assicurarsi che non stai uccidendo la tua carta di credito insieme ai suoi clandestini microbici.

Per pulire in modo sicuro le tue carte di credito, indipendentemente dal materiale, ti consigliamo di utilizzare un panno pulito e morbido (come la microfibra) e alcool isopropilico. Eseguire un primo wipe-down con un panno umido – questo sarà sbarazzarsi di eventuali detriti di superficie-poi tornare su di esso con l’alcool. È inoltre possibile utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto di alcol per entrare negli angoli e fessure intorno sollevato lettere o loghi.

Anche se vorrai usare un po ‘ di pressione durante la pulizia, evita di strofinare vigorosamente il chip incorporato o la striscia magnetica, in quanto ciò potrebbe potenzialmente danneggiare l’usabilità della tua carta. Lasciate che le vostre carte di credito asciugare completamente prima di metterli di nuovo nel vostro portafoglio.

Blast microbes with UV light

Se trattare con saponi e disinfettanti non è la tua borsa, puoi percorrere la strada high-tech con una speciale luce sanificante UV. In uso da decenni, la luce UV-abbreviazione di luce ultravioletta, che include lunghezze d’onda comprese tra 400 e 10 nanometri-è costituita da fotoni ad alta energia che danneggiano il materiale genetico di batteri e virus, rendendoli inerti.

Mentre le luci UV commerciali sono in genere grandi (e costose) e realizzate per coprire ampie aree, i prodotti di sterilizzazione a base UV dei consumatori sono disponibili in una varietà di forme e dimensioni, dalle bacchette portatili ai casi simili a scatole progettati per disinfettare i telefoni cellulari.

È fondamentale ricordare che la luce UV non è solo pericolosa per i microbi — è anche pericolosa per l’uomo. Le radiazioni UV possono causare danni agli occhi, scottature e invecchiamento cutaneo. E l’esposizione alle radiazioni UV è anche associata al cancro della pelle. Fare attenzione a utilizzare solo i dispositivi UV come indicato e non usarli mai sulla pelle o sul viso.

Riduci al minimo i germi esterni con pagamenti contactless

Oltre al frequente lavaggio delle mani e alla disinfezione regolare delle carte di credito, puoi ridurre al minimo il rischio di carte di credito contaminate sfruttando le opzioni di pagamento touch-free, tra cui carte di credito contactless e portafogli mobili.

La maggior parte delle principali emittenti di carte di credito ora forniscono carte contactless-enabled-tipicamente significata da un simbolo ondulatorio simile a quello utilizzato per i segnali Wi-Fi. Le carte contactless utilizzano la near field communication (un tipo di trasferimento dati su brevi distanze chiamato anche NFC) per spostare le informazioni da e verso il lettore di carte di credito senza inserire o scorrere la carta.

I portafogli mobili, come Google Pay o Apple Pay, sono anche un’opzione touch-free per effettuare acquisti con carta di credito. Sebbene generalmente non sia ampiamente accettato come altri metodi di pagamento, un numero crescente di rivenditori ti consentirà di utilizzare molte delle app di portafoglio mobile più popolari.

Una carta pulita è una carta sicura

Con la pandemia ancora infuria e la stagione influenzale su di noi, garantire che stiamo tutti praticando una buona igiene è diventato più importante che mai. Insieme al lavaggio delle mani e all’uso della maschera, disinfettare regolarmente le tue carte-e altri oggetti di uso quotidiano-può essere una parte preziosa della tua strategia generale per mantenere la tua casa al sicuro da virus e batteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.